News dalla Regione Piemonte

Cari Amici,

come di consueto vorrei rendervi partecipi del lavoro svolto in Regione nell’ultimo periodo di attività:

Sanità

E’ stata approvata la deliberazione della Giunta Regionale sull’accorpamento delle Asl TO1 e TO2.

Il documento mira a fornire servizi improntati sull’efficienza gestionale e sull’accessibilità non solo attraverso un’estensione della rete dei medesimi, ma anche attraverso una progressiva semplificazione di accesso.

L’accorpamento non sarà, quindi, una mera operazione di unione, ma un tentativo per liberare risorse riducendo i costi ed elevando il livello dei servizi erogati.

In occasione della Giornata mondiale del Diabete, lunedì 14 novembre u.s., è stata istituita la rete endocrino-diabetologica del Piemonte. Una rete all’avanguardia in Italia, che si configura in quattro aree:

  • Area metropolitana di Torino: centri HUB di riferimento Ospedali Mauriziano, Città della Salute, Maria Vittoria e San Luigi di Orbassano
  • Piemonte nord-ovest: (Biella, Vercelli, Novara e VCO): centro di riferimento Novara
  • Piemonte sud-ovest: (Asti e Alessandria): centro di riferimento Alessandria
  • Asl CN1 e CN2: centro di riferimento Cuneo.

Il modello di assistenza si basa su alcune priorità, quali la personalizzazione della cura, ottimizzando il percorso diagnostico-terapeutico e l’inserimento del paziente al centro di un team integrato, costituito dal medico di famiglia, dal diabetologo e dagli altri operatori sanitari coinvolti nel processo di cura.

Istruzione

Il Consiglio Regionale ha approvato a larga maggioranza la delibera che modifica il piano triennale per il diritto allo studio.

Tra le principali novità vi è l’introduzione dei voucher scuola che sostituiranno gli assegni di studio e permetteranno alle famiglie – a differenza degli anni scorsi – di avere la disponibilità del contributo regionale prima di effettuare le spese per iscrizione, libri, trasporti, attività integrative degli studenti.

Gli importi, in base alle fasce di reddito e ai diversi ordinamenti scolastici, rimarranno gli stessi, ma ci saranno maggiorazioni per gli studenti disabili (+50%) e con disturbi di apprendimento (DSA e BES + 30%) nonché per gli allievi delle scuole superiori dei Comuni montani.

Suolo ed attività estrattive

Il Consiglio Regionale ha approvato la “Disciplina delle attività estrattive: disposizioni in materia di cave” finalizzata ad operare un riordino ed un ampliamento della disciplina in tema di attività estrattive che consenta, nel territorio piemontese, uno sviluppo delle attività delle cave in sintonia con il rispetto dell’ambiente, mantenendo i livelli sanzionatori precedenti ed aumentando i casi di esclusione per le concessioni.

Riduzione dei costi della politica

Dall’assestamento del bilancio di previsione per il triennio 2016-2018, approvato dal Consiglio Regionale, è emerso che il Consiglio restituirà alla Giunta l’importo di 6,7 milioni di euro pari al disavanzo di amministrazione derivato dalla riduzione dei costi della politica.

Il Consiglio Regionale negli ultimi anni ha infatti apportato tagli alle indennità dei consiglieri regionali, abolito i vitalizi e ridotto sensibilmente le spese dedicate a supportare l’attività dei gruppi consiliari.

L’emendamento approvato ripartisce la cifra restituita su politiche socio-sanitarie, cultura, ambiente, diritto allo studio e prevenzione antisismica negli edifici scolastici piemontesi.

500mila euro sono stati invece destinati a sostegno delle popolazioni colpite dal recente e devastante evento sismico nell’Italia centrale.

Colgo l’occasione per porgere a Voi ed alle vostre famiglie i migliori Auguri di un sereno Natale!

Un saluto
Mario