Approvati la Legge Finanziaria ed il Bilancio di previsione per il 2015

Cari Amici,

il Consiglio Regionale ha approvato ieri la Legge Finanziaria 2015 (L.R. n. 83), il Bilancio di previsione per l’anno finanziario 2015 ed il Bilancio pluriennale per gli anni finanziari 2015-2017 (L.R. n. 84).

Questi provvedimenti rappresentano il risultato ottenuto da questa maggioranza e dalla Giunta presieduta da Chiamparino in questo primo anno di legislatura.

Se ad una prima occhiata può sembrare che si tratti di provvedimenti volti a soli tagli e privazioni, in realtà questi numeri rappresentano il “salvataggio” di una Regione che era sull’orlo del baratro a causa di un pesante disequilibrio nei conti.

Il bilancio pareggia a quasi 12 miliardi di euro in termini di competenza e 15 miliardi e mezzo di euro in termini di cassa. La situazione non è sicuramente facile poiché sulla Regione gravano 6 miliardi e 600 milioni di debiti. Il lavoro non è concluso, ma si è evitato il peggio!

Il riordino della rete ospedaliera e gli altri interventi volti ad eliminare sprechi e diseconomie nel comparto socio-assistenziale, che rappresenta oltre l’80% della spesa regionale, hanno evitato il commissariamento della Sanità piemontese che avrebbe comportato tagli con effetti devastanti sui servizi ai cittadini.

Inoltre è stato avviato il riordino della complessa macchina regionale tramite la riduzione dei direttori e dei dirigenti (i settori passeranno dagli attuali 138 a 93) e la razionalizzazione delle partecipate regionali che prevede la soppressione delle società che dissipano risorse.

Per il sostegno allo sviluppo ed al sistema produttivo si punta sui fondi europei mentre ulteriori risorse si prevede giungano dalle alienazioni immobiliari e dal contrasto all’evasione fiscale.

La politica di bilancio adottata ha abolito gli artifici contabili, a cui si è fatto ricorso in passato per deliberare stanziamenti poi sprovvisti di copertura e che hanno contribuito a creare il debito che oggi pesa come un macigno sull’economia regionale.

Credo che questa operazione sia quella che i cittadini attendevano e anche l’unica vera base su cui si possa costruire un futuro di sviluppo per la nostra Regione.

Nella sezione “Interventi in aula” potrete trovare la dichiarazione di voto che ho reso a nome del Gruppo Consiliare.

Resto a disposizione per eventuali approfondimenti e riflessioni.

Un saluto
Mario