IL LAVORO IN AULA – Decreto OMNIBUS

Il 4 dicembre, in Consiglio Regionale è stato approvato il disegno di legge di riordino dell’ordinamento regionale per l’anno 2018, il cosiddetto Omnibus. Con questo provvedimento abbiamo apportato modifiche per rendere coerenti e attuali alcune normative di settore. Si tratta di un testo corposo di 111 articoli, che non introduce nuove spese per il bilancio e che interviene su diverse materie, fra cui: competitività, trasporti, agricoltura, sanità, lotta alle ludopatie, istruzione e diritto allo studio, politiche del lavoro, edilizia sociale, turismo, sport, cultura, commercio, polizia locale, energia, attività estrattive, personale, ambiente, vincolo idrogeologico, demanio idrico, governo del territorio e del paesaggio, politiche forestali e attività venatoria.

Sono provvedimenti differenti gli uni dagli altri, che sembrano non avere alcuna attinenza tra loro: ma l’Omnibus è un esempio di ottimizzazione del lavoro in politica, che risponde e coniuga le diverse esigenze e aspettative dei cittadini ed è, allo stesso stempo, espressione della vera politica che si costruisce e si realizza nella quotidianità.

Diversi sono stati gli emendamenti che hanno introdotto modifiche importanti. Si segnalano, in particolare, i seguenti:

Pet therapy

Tra gli emendamenti proposti ne sono stati accolti alcuni con diverse disposizioni per promuovere la pet therapy,modificando la legge regionale 11/2010, “Norme in materia di pet therapy – terapia assistita con animali e attività assistita con animali”. Tra le varie modifiche si rivedono la composizione e le attività della Commissione per la terapia e l’attività assistite con animali presso l’Assessorato.

Sulle sale da gioco

Rimodulata la legge 9 del 2016 per il contrasto del gioco d’azzardo patologico: la Regione concede una tempistica adeguata agli esercenti di slot machine e ai titolari di sale gioco o di licenza per l’esercizio delle scommesse, che si trovino a non rispettare le distanze dai luoghi sensibili (chiese, scuole, banche, ospedali) per fatti successivi all’approvazione della legge 9/2016. Viene previsto, quindi, un tempo di quattro anni per gli esercenti di slot machine e di otto anni per i titolari di sale gioco o di licenza per l’esercizio delle scommesse, a partire da quando il fatto si è verificato, per rimettersi in regola.

Finanziamento alle testate online

Grazie ad un emendamento le testate online vengono inserite nella legge del 2008 di interventi a sostegno dell’informazione e dell’editoria. Tra i requisiti per accedere ai finanziamenti, le testate devono avere la sede della redazione in Piemonte, essere registrate da almeno 2 anni al Tribunale e avere una media di visualizzazioni non inferiore al milione l’anno certificabile.

Al Difensore civico la funzione di Garante per la salute

Il Difensore civico avrà anche funzioni di controllo sulle strutture sanitarie e sulla tutela della dignità dei pazienti. Siaffida al Difensore civico la funzione di “Garante per il diritto alla salute”, attribuendogli anche facoltà di controllo sulla funzionalità, l’organizzazione e l’efficienza delle strutture e sanitarie. In particolare può intervenire per tutelare i diritti, le aspettative o gli interessi legittimi in materia sanitaria o sociosanitaria qualora un atto dell’Amministrazione neghi o limiti la fruibilità delle prestazioni. Si stabilisce inoltre la facoltà per il Difensore di visitare le strutture sanitarie pubbliche e private convenzionate per vigilare su eventuali violazioni della dignità delle persone ricoverate.

Sicurezza sul lavoro

Si vieta di retribuire a cottimo le prestazioni dei lavoratori che svolgono, anche attraverso piattaforme digitali, il servizio di consegna a domicilio.

Sostegno delle professioni intellettuali e ordinistiche

Allo scopo di contrastare l’evasione fiscale, si è stabilito che nell’ambito delle attività espletate per conto di committenti privati, le istanze siano sempre corredate anche dalle lettere di affidamento dell’incarico sottoscritte dal committente e dalla documentazione del pagamento delle relative spettanze e quindi che la pubblica amministrazione possa acquisire direttamente dal professionista l’autocertificazione del pagamento da parte del committente.

Ancora altre modifiche

Da segnalare anche disposizioni per promuovere l’inserimento occupazionale delle persone svantaggiate e dei soggetti con disabilità, attraverso convenzioni quadro.

È stata rimodulata la legge del 2009 sulle piste da sci, con particolare riferimento alla disciplina delle attività di volo in zone di montagna e precisando anche meglio le norme di comportamento a carico degli sciatori.

In materia di cultura si è modificata la legge 17 del 2005 per promuovere la realizzazione di nuove sale cinematografiche mediante il riutilizzo di immobili esistenti.

Nel campo del turismo viene posto in capo alla Dmo Turismo Piemonte la predisposizione e la realizzazione di attività utili allo sviluppo del turismo congressuale.

In tema di trasporto vengono inserite le associazioni dei disabili tra i soggetti che la Giunta regionale deve sentire al fine di definire le politiche tariffarie nel trasporto pubblico locale.

In materia di sanità si amplia la possibilità ai medici di accesso alle procedure di assegnazione degli incarichi convenzionali a tempo indeterminato destinate al servizio del 118.